Lo sapevate che il Road King...

“Lo sapevate che...

La prima Road King della storia fu costruita dall'Harley-Davidson nel 1994 è già allora aveva uno stile nostalgico!”


Il granitico faro centrale cromato coperto da un guscio cromato chiamato “nacelle” e le dimensioni generose appartenenti a tutte le Harley Davidson della famiglia touring, sono gli elementi stilistici distintivi del Road King.

In marcia questa moto da una immagine di se imponente, elegante ed in perfetto stile HD, appunto per questo il suo nome è


“il Re della strada”

La protezione aerodinamica è assicurata da un parabrezza removibile con fissaggi a sgancio rapido, sufficiente per riparare il guidatore da aria e pioggia.

Altra differenza che distingue il Road King dalle altre motociclette dalla famiglia touring sono il cruscotto centrale con strumento posto sul serbatoio. Erede del modello Harley Davidson FL Hydra-Glide nato nel 1949, la Road King rimane tra le Harley Davidson più iconiche, inossidabili e resistenti alla prova del tempo, per il suo stile rétro e per la fedele riproduzione nel tempo mantenendo sempre queste caratteristiche peculiari che l’hanno resa oggi quello che è:


“Un pilastro fondamentale della gamma, non solo touring, ma di tutta la produzione!”




•1994: Nasce ufficialmente la FLHR Road King. Motore Evolution 1340 a carburatore.

•1996: Dopo due anni dalla sua presentazione, alla versione a Carburatore viene offerta anche la versione ad iniezione elettronica FLHRI Road King mantenendo sempre come cuore pulsante il bicilindrico Evolution 1340.

•1998: In quest’anno il catalogo Harley Davidson, offre una terza scelta per questo modello, la FLHRC dove la “C” sta per Classic. Questa versione si differenzia dalle altre per le borse semirigide a bauletto rivestite in vinile, i cerchioni a raggi e pneumatici “nostalgia” o “white wall” a fascia bianca.

•1999: Viene sostituito il motore EVO con il nuovo Twin Cam 88 (1450 cm³).

•2004: Nasce una terza versione, la FLHRSI Road King Custom. I sui tratti distintivi sono una nuova sospensione posteriore ribassata, manubrio “beach bar” rivolto verso il guidatore, una nuova “nacelle” sul faro con palpebra cromata, borse in vinile a bauletto con una linea più semplice rispetto alla versione Classic, frecce bullet fissate al manubrio e assenza dei faretti supplementari “passive lamp”. Un Road King un po’ più rozzo e cattivo, senza però tralasciare le caratteristiche di comodità turistica peculiari di questa famiglia.

•2007: In quest’anno il motore passa al nuovo Twin Cam 96 ad iniezione con nuovo cambio a 6 marce. Nuove anche le sospensioni posteriori a aria regolabili. Con l’entrata del Twin Cam aggiornato alla cilindrata 1580, sparisce definitivamente la possibilità di avere un Road King a carburatore. Anche dalle sigle identificative sparisce la “I”.

•2008: Sparisce la versione Custom. Viene introdotto come optional il nuovo impianto frenante Brembo con ABS. Il serbatoio è stato maggiorato passando da 5 a 6 galloni di capacità. Nuova farfalla motore elettronica, non più comandata da cavi, ma elettronicamente direttamente dal nuovo acceleratore elettronico (drive by wire). Nuovo IDS (Isolated Drive System) sistema anti vibrazioni posizionato sul pignone posteriore, per diminuire le vibrazioni.

•2009: Il telaio viene completamente ridisegnato, come il passaggio degli scarichi 2-1-2. Adottata una ruota posteriore da 180 ed una anteriore da 17 pollici. Il nuovo telaio aumenta di 31 kg la capacità di carico della moto. Tutto il telaio è basato sulla culla centrale e tutto il parafango posteriore è fissato a sbalzo.

•2011: In quest’anno sulla gamma Road King viene messo come oprional il nuovo motore Twin Cam 103 da 1690 cm³ (otional 1000 € in più rispetto al Twin Cam 96).

•2014: La rivoluzione di quest’anno si chiama “Project RUSHMORE”, decine di migliorie piccole e grandi vanno a migliorare l’esperienza di guida. Tra le più importanti il nuovo impianto franante Brembo “Reflex” con ABS. Di serie

•2017: Viene messo da parte definitivamente il motore Twin Cam in favore del nuovo 8 valvole Milwaukee Eight 107 (1745 cm³).

Le novità più importanti oltre al nuovo motore sono la forcella anteriore Showa SDBV con steli da 49 mm, i nuovi cerchi.



Il 2018 vede l’introduzione del modello “Special”, che si contraddistingue dalle altre per essere “all black”.




Il King Special di Sebastiano Di Pasquale

Il Re oscuro ha Motore, carter, scarichi e comandi completamente neri.

Assenza luci supplementari e un nuovo manubrio “beach bar” rigorosamente nero ed uno slogan ad effetto “anche il Re ha il suo lato oscuro”.


“Il Road King in conclusione è una moto eterna che va bene per tutti gli stili e tutte le età, una moto per chi cerca un touring ma che non vuole rinunciare a quella sensazione di libertà e di vento in faccia senza fronzoli e altro, a parte la strada, dopo il manubrio!

Potendo scegliere tra i modelli con cerchi in lega o a raggi, borse rigide o in cuoio, faro singolo o con i doppi faretti, è un modello che ha veramente messo d’accordo tutti e segnato un importante impronta nella storia dell’Harley Davidson!”






Foto di Esposito Lino ®️

11 visualizzazioni2 commenti

© 2018 WEBSITE PROUDLY CREATED BY SHOWT.I.M.E.ITALIA - ALL RIGHT RESERVED