Un Touring Lovers “Unico” nel suo genere! Will Travagliati

Era da tempo che noi di Love Touring volevamo dedicare un articolo sul nostro magazine a Will Travagliati.




È entrato nel nostro gruppo in punta di piedi, con il suo modo di scherzare e raccontando dei suoi lavori per realizzare special! Certo, “guai a chi lo contraddice” sono nate certe bagarre, che poi sono finite “quasi sempre” con una bat ed un appuntamento al bar per bere una birra insieme!



Con il suo motoclub “Bulls Bikers Crew” ha proposto ed invitato utenti del gruppo per dei Run straordinari che organizzava ai quali molti hanno partecipato ed apprezzato.


https://www.facebook.com/bullsbikersbrescia/


Cosa più incredibile che Will ed il suo gruppo ha fatto per tutti noi è stato donare per uno dei contest che spesso facciamo nel gruppo, niente di meno che un soggiorno per due persone tutto compreso al Super Rally di Praga, che si aggiudicò incredulo Marco Dannibale, postando semplicemente una foto che prese il maggior numero di like! Insomma, con Will abbiamo solo fatto cose “Uniche” come uniche sono le sue moto, le sue idee ed il suo modo di essere! Questa volta più che una intervista come nostro consueto, gli abbiamo dato carta bianca per raccontare un po’ di se: “Sono nato pubblicitario, morirò pubblicitario. Già, proprio così l’harley per me è una passione sbocciata tra l’altro relativamente tardi grazie ad un mio grande amico.

Frequento studi artistici e mi laureo in Comunicazione d’impresa nella Milano da bere dei primi anni 90. La città era meravigliosa ed offriva molteplici opportunità, che io, da Bresciano pragmatico, colgo senza farmelo dire due volte. Inizio a lavorare in una grande agenzia, poi presso un editore che tratta il mondo della notte, del fashion e dei motori. What else? Poco più che ventenne, mi trovo a contatto con realtà pazzesche e lì nasce una grande amicizia che continua tutt’ora e che mi ha portato in qualche modo ad oggi.

Strano a pensarlo ora, ma la mia amicizia con Massimo Cominotto, DJ producer di fama internazionale, allora resident Dj di locali mitici quali il Cellophane di Rimini o l’Area City di Mestre ha dettato il corso di tante scelte fatte a posteriori. Già, perché il virus, quello del bicilindrico, me l’ha iniettato lui. Ad oggi non so se è un bene o un male, so però, certamente, di non aver ancora sviluppato gli anticorpi. Chiunque abbia questa malattia sa di cosa sto parlando. Cosa c’è di razionale nello spendere molto più di quanto potresti per una moto, cosa c’è di sano nel sentire un legame così forte verso un oggetto? Feticismo, adorazione, piacere edonistico. No, semplicemente amore. Questo è ciò che spiega perché mi manchi così tanto utilizzare la mia motocicletta, perché lei, quando mi sono separato con mio figlio che aveva solamente undici mesi mi ha salvato la vita. Suoni, colori, profumi, paesaggi che scorrono ed il suo gorgogliare possente ti rendono libero e ti levano ogni pensiero buio. Già! Ma torniamo a Milano, lì inizio a collaborare con le migliori discoteche e nel giro di poco tempo, divento uno dei PR più apprezzati, partecipo a eventi memorabili com il Syncopate o l’Exogroove, conosco miti della scena notturna come Vannelli, Noferini, Mario Più, Ralf, Luca Colombo, Babayaga, e molti molti altri. Nel frattempo la mia vita diurna continua fino a farmi fondare una mia agenzia di comunicazione con la quale vinco più venti premi nazionali, un Oscar italiano della pubblicità ed una nomination ai Leoni di Cannes. Non basta, sono un acquario, tendo ad annoiarmi velocemente. Purtroppo,Per fortuna! Circa una dozzina di anni fa Massimo mi dice: Wilmer DEVI comprare un’Harley, uno come te non può non avere un’Harley. Effettivamente io al tempo avevo una Trans Am ed una Grand Cherokee… Cazzo si, ci voleva un’Harley. Che cazzo. Venduta la GS (già avevo una GS, non chiedetemi perché) comprai lamia prima Harley e, pochi anni dopo, fondai la mia prima officina di customizzazione. Non sono un meccanico, non lo sono mai stato né mai lo sarò, ma sono curioso, tenace e creativo. Ciò che non so lo studio, lo imparo e ne faccio tesoro. Il mio lavoro me lo impone, sono un creativo, un pubblicitario. Se vuoi comunicare un prodotto, lo devi conoscere, bene. Molto bene. Quindi studi, impari e ne fai tesoro. Nella mia vita ho realizzato campagne per i più svariati prodotti, dalle padelle alla proteomica molecolare, dalla cosmesi alla cogenerazione. Ogni volta è un nuovo inizio. Solamente più saggio. La prima officina l’ho aperta assieme ad una steak house americana, fu un successo. Proponevamo piatti All American in un contesto pazzesco con harley parcheggiate tra i tavoli, musica rock e country, serate a tema e cameriere simpatiche. Ma sono un acquario come vi già detto, e non mi affeziono alle cose. Così, come l’agenzia, dopo aver ricevuto una proposta interessante, il locale è stato venduto. Non l’idea però di continuare a customizzare Harley. No, quella è valida, va rivista e corretta ma è decisamente valida. Negli anni, anche come customizer, ho vinto decine di premi perché il pensiero laterale, tipico del creativo, aiuta decisamente. Da designer cerco sempre il bello, l’effetto wow, quella cosa che colpisce e cattura, poi, faccio in modo che si possa guidare.



https://www.facebook.com/un1queconcept/


L’ultima mia sfida si chiama UN1QUE, uno showroom di 500 mq. che racchiude molte anime, dall’abbigliamento importato dagli USA e dal Regno Unito alle custom, ovviamente in pezzi unici; dal salone di Hair Style ad un Bar che offre prodotti selezionati.

Aprirà in centro a Bergamo in Luglio ed ha potuto prendere forma grazie ai miei soci, personaggi pazzi che hanno creduto nelle mie idee ed hanno assecondato la mia follia. L’idea è quella di ribaltare il concetto di customizer, UN1QUE, sarà un luogo dove acquistare la tua moto premium brand, sia essa Harley, Indian, Triumph o BMW, full custom, completamente omologata.

Proporremo pezzi unici in pronta consegna o tailor made in un ambiente decisamente differente. Nel frattempo, continuo la mia attività nel campo della comunicazione e della produzione musicale.

Si, perché Massimo mi ha trasmesso anche la passione per il DJing e la consolle e da lì a produrre musica, il passo, per uno curioso come me è breve. Tutto questo, si legherà in un progetto decisamente diverte, una web serie su UN1QUE, sulla falsa riga del Monkey Garage ma con un mix di argomenti che vanno dal fashion all’hair styling e che hanno ovviamente come centralità i motori. Mi raccomando, Stay Tuned, good news coming soon! Già, perché sono nato pubblicitario, morirò pubblicitario.” Leggendo queste parole scopriamo la storia di uno di noi e questa storia sicuramente arricchisce anche la nostra esperienza personale e cultura!

Io personalmente ammiro Will per la sua determinazione, passione, tenacia e professionalità e già sa bene che sarò presente all’inaugurazione e sicuramente faremo delle cose insieme... ...come sempre si è messo a disposizione e da lui ci aspettiamo sempre sorprese appunto “uniche” Noi di Love Touring non possiamo che fargli i migliori auguri e sperare di vederci presto on the Road o immersi tra le moto nel suo showroom

129 visualizzazioni

© 2018 WEBSITE PROUDLY CREATED BY SHOWT.I.M.E.ITALIA - ALL RIGHT RESERVED